.:Nick
.:Pass
| profilo | Il Centro Medico-Chirurgico | contattaci | mappa del sito | home |
> home > area quesiti
Menu
» ANDROLOGIA NEWS
» ANATOMIA E FISIOLOGIA DEL SISTEMA GENITALE MASCHILE
MALATTIE DEL SISTEMA GENITALE MASCHILE
» la prostatite
» la disfunzione erettile
» la disfertilità
» le dimensioni e la forma del pene
Leggi quesiti
del mese di
Cerca un quesito
Parola chiave
»avanzata
» RESOCONTO DELLA CHAT

2 di 4 pagine.
1 2 3 4
Data: 10/4/2002
Nome: Antonio
Età: 60
Sesso: M
Città: Catanzaro
Domanda:

Egr.Prof. Nel mese di dicembre scorso mi capitato di notare che lo sperma eiaculato era di colore scuro per cui mi stato consigliato di prendere per circa una settimana bactrim forte compresse e, in effetti, dopo tale terapia il colore ritornato normale anche se ho potuto constatare-dopo tale patologia- che lo sperma eiaculato(a dire il vero da sempre mai abbondante)avviene in quantit minima(pochissime gocce - a volte niente).Gradirei sapere se normale e per consentirLe una cortese risposta faccio presente che: - sono sposato e ho due figli concepiti senza alcun problema; - faccio uso di finasteride per la prostata ingrossata(da una recente eco transrettale risulta essere di 56 mm. e dal peso di 60 gr. diminuita comunque rispetto ad una precedente eco(59 mm.65 gr.)e dopo il trattamento con farmaco; -il PSA 1,6 - 19%;(il prelievo avvenuto durante la sospensione del trattamento trimestrale con finasteride) -non accuso alcun disturbo. Ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti.
Risposta:

E' possibile che il suo adenoma prostatico abbia avuto e forse abbia un processo infiamamtorio attivo che ad un certo punto ha lesionato qualche piccolo vaso da cui il sanguinamento ed il colore scuro dello sperma. L'antibiotico evidentemente riuscito a tolgiere di mezzo parte dei batteri e cos a ridurre indiretamente lo stato infiammatorio. Mi sembra il caso di rivedere con l'andrologo la soluzione terapeutica in corso.
Data: 11/4/2002
Nome: Antonio
Età: 60
Sesso: M
Città: Catanzaro
Domanda:

Egregio Professore, La ringrazio vivamente per la "tempestiva" risposta data al mio quesito;Le sarei comunque grato se quando dice che sarebbe il caso di rivedere con l'andrologo il trattamento terapeutico in atto si riferisce alla terapia a trimestri alterni con finasteride e se tale terapia ha come effetto collaterale la diminuizione della quantit dello sperma.Ringrazio nuovamente per l'attenzione accordatami e porgo distinti saluti.
Risposta:

Poich sia lo stato della prostata con le sue possibili infiammazioni che la terapia hanno effetti sul volume ejaculatorio, la revisione potrebbe portare ad uno schema diverso oppure a scegliere un diverso approccio.
Data: 14/4/2002
Nome: giorgio
Età: 27
Sesso: M
Città: Pisa
Domanda:

Gentile prof. Rando, quanto rischiosa una epididimite in termine di sterilit? Pu il Finasteride 5% (assunto giornalmente contro la caduta dei capelli) avere in qualche modo influenzato o causato l'epididimite stessa? Grazie mille
Risposta:

L'epididimite pu portare a sterilit totale se bilaterale. le forme monolaterali associate a prostatite (da cui dipendono) riducono anche moltissimo la fertilit. La fistasteride non responsabile in prima battuta dell'epididimite, la bloccando la produzione del DHT pu indurre la riduzione della capacit prostatica di rispondere alle infezioni e di svolgere le sue funzioni, oltre alla attivit depressiva sulle funzioni testicolari... da cui la riduzione della fertilit. Ma vale la pena correre tutti questi rischi per tenere solo un poco pi a lungo i capelli in testa?
Data: 14/4/2002
Nome: Roger
Età: 21
Sesso: M
Città: Vercelli
Domanda:

Caro dottore, io ho lo stesso problema di un altro ragazzo che, da quanto ho letto, le ha scritto ieri: dimensioni del pene eretto normali(sui 15) ma bassissime in flaccidit. Cosa intendeva con "distensione manuale" al fine di risolvere il problema? Un'altra cosa: io prendo da tempo(2 anni) la finasteride e il mio andrologo mi ha tranquillizzato dicendomi che l'UNICO problema in cui potrei incorrere un calo del desiderio, che invece non ho riscontrato... Secondo lei questo farmaco provoca proprio a TUTTI dei seri problemi o questo accade solo a pochi soggetti? e se s, mediamente dopo quanto tempo si inizia a notare qualcosa di strano? Grazie per l'aiuto!
Risposta:

Gli esercizi di distensione manuale che l'andrologo potr insegnarle le consentiranno di ridurre il fenomeno cui assiste in flaccidit. Sulla finasteride ognuno ha le sue opinioni ma gli effetti negativi sono riportati anche sul foglio illustrativo e peraltro se non avesse quegli effetti non sarebbe utilizzabile. Resta il fatto che la finasteride non serve allo scopo poich i capelli tornano a cadere e tutti in breve tempo quando cessa di essere assunta (andrebbe presa per tutta la vita) e altera gli equilibri endocrino-funzionali tra le componenti genitali. I tempi di modificazione possono essere variabili e diversamente intensi, ma molti sono quelli che hanno dovuto lamentarsene quando se ne sono accorti, magari facendo esami specifici.
Data: 15/4/2002
Nome: Rox
Età: 25
Sesso: M
Città: Palermo
Domanda:

Salve dottr Rando Volevo sapere qual sono gli esami da fare per vedere se l'assunzione di finasteride (ho smesso da mesi) ha provocato dei danni a livello genitale
Risposta:

Almeno lo spermiogramma e l'ecografia transrettale prostatica, se non ci sono segnali particolari.
Data: 16/4/2002
Nome: carlo
Età: 25
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

Salve. Leggendo la sua rubrica ho visto che lei interpellato spesso su problemi che riguardano l'uso di finasteride. Ho altres visto che lei sconsiglia l'uso di tale farmaco per la calvizie androgenetica. Per mia chiarezza devo per porle, sperando nella sua pazienza, un ulteriore domanda. Sul sito anagen.it riportato che il propecia non reca grossi effetti collaterali e pu addirittura dare iperandrogenismo, nella misura in cui la frazione di testosterone non convertita in DHT andrebbe ad aumentare il terstosterone stesso di un 10% circa. E' vera questa affermazione? Inoltre l'endocrinologo che me l'ha prescritto mi rassicurava dicendo che non tutti i caratteri maschili sono DHT-dipendenti (lo sarebbero solo i peli, i capelli, la prostatata, le dimensioni e la forma dei genitali, ormai stabili per nell'adulto). Viceversa il tono muscolare, l'erezione, la libido sarebbero testosterone-dipendenti. Pertanto gli effetti collaterali, contenuti, riguarderebbero al limite la spermatogenesi (fatto non trascurabile, convengo), ma non la qualit dell'erezione e il desiderio, specie in soggetti giovani capaci di compensare con alti valori sierici di androgeni al calo del loro marcatore periferico. Ora le chiedo perch non condivide questa affermazione, e se possibile per caso, come temo, che la frazione di testosterone non convertita vada incontro ad aromatizzazione. Il fatto che, specie alla mia et, si vive molto male il problema della calvizie ed un farmaco che permettesse quantomeno di posticiparla di qualche anno (magari in attesa di nuove sperimentazioni) ovvio che venga salutato come una panacea...Mi scuso per la prolissit del quesito. Grazie molte.
Risposta:

Che il testosterone non convertito incrementi il livello di testosterone pu essere vero, ma nella reattivit del soggetto non cambia nulla in quanto la forma che operativa il DHT che invece non pu agisce in quanto bloccato nella sua produzione; l'aromatizzazzione marginale a questi livelli. N vale il problema del dosaggio perch un dosaggio basso se aasusnto per pochi giorni, ma divemta alto se assunto per mesi (effetto accumulo). Forse l'endocrinologo non sa che la prostata, i testicoli ed il pene per funzionare hanno bisogno, tra le altre cose, del DHT. Scusi se poco l'aterazione delal spermatogenesi e della sopravvivenza degli spermatozoi. Ribadisco il DHT non un semplice marcatore la forma funzionale del testosterone. Gli uomoni gi vanno incontro ad un sacco di problemi senza la finasteride... non credo proprio che per un po' di capelli in pi, che poi cadranno tutti insieme, valga la pena mettere al fuoco ulteriori questioni che possono divenire difficili da gestire, come spesso accade nel tempo. Poi ognuno faccia come crede e ne sia responsabile!
Data: 23/9/2001
Nome: gang
Età: 24
Sesso: M
Città: Messina
Domanda:

Circa un anno e mezzo fa ho cominciato ad utilizzare finasteride a dosi inferiori ad un grammo per risolvere il problema della calvizie.Dopo circa 10 mesi ho smesso e improvvisamente ho notato una totale assenza di piacere durante il rapporto sessuale anche in presensa di normalissime erezioni.Quello che vorrei sapere e se ci pu essere dovuto a fattori organici causati da questa terapia o necessariamente debba trattarsi di un problema psicologico.In fine cosa mi consiglia di fare?
Risposta:

Tra i numerosi effetti collaterali della finasteride c' la riduzione della libido e la depressione che pu prolungarsi anche per diverso tempo dopo la sospensione. Questi sono due dei numerosi motivi che devono sconsigliarne l'uso per evitare la perdita dei capelli (peraltro non funziona in tutti ed in tutti comunque la perdita riprende dopo la sospensione del farmaco). Ma poi sicuro della dose? Quella utilizzabile di 1 mg/die ed sufficiente a produrre gli effetti detti! Cosa fare? Intanto non usarla pi, poi parlare con un sessuologo e cercare di inquadrare il problema.
Data: 7/9/2001
Nome: nico
Età: 25
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

Mi scusi,ma che "genere di problemi importanti" puo causare l'assunzione di finasteride? Attualmente non sta dando alcun effetto collaterale. Grazie ancora.
Risposta:

Disfertilit, impotenza o deficit erettivo, ejaculazione precoce e riduzione del volume ejaculatorio, tendenza alle infiammazioni croniche prostato-testicolari, riduzione della libido, ansia e stanchezza, epatogastrotossicit, ginecomastia, modifica dell'equilibrio endocrino. Certo, molti di questi effetti si riducono o scompaiono in alcuni mesi dalla sospensione del trattamento, ma talvolta il danno indotto (soprattutto per i trattamenti superiori ai 6-12 mesi) rischia la non reversibilit. Tutto questo per non far cadere i capelli in 1 caso su 2... che poi tanto cadono ugualmente dopo la fine del trattamento, anche in forma pi rapida... ma vale la pena?
Data: 6/9/2001
Nome: nico
Età: 25
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

Le ho inviato un msg ieri a proposito di una sospetta epididimite, mi potrebbe gentilmente indicare quali sono le analisi da effettuare e le possibili cure? La piccola protuberanza del testicolo SX andr operata? Da lunedi mi trasfer all'estero per alcuni mesi,cosa mi consiglia di fare? Grazie per l'aiuto. ps Da circa due anni sono in cura con la finasteride, ci puo essere un nesso con l'infiammazione in corso?
Risposta:

Le cure dipendono dalla diagnosi di causa, le analisi le deve decidere l'andrologo che la visiter e possono comprendere l'ecografia prostatica e scrototesticolare, la coltura del secreto prostatico, lo spermiogramma, l'uretrografia per le questioni locali oltre ad altre analisi di tipo generale. Poich va all'estero le conviene rivolgersi direttamente ad un andrologo del posto dove andr. La finasteride induce il blocco o la riduzione dell'attivit degli organi genitali e a lungo andare pu indurre problemi anche importanti. Io continuo a sconsigliarla, perch sostanzialmente non serve a nulla, il suo effetto cessa con la sospensione, ma i suoi danni possono andare avanti a lungo.
Data: 24/5/2001
Nome: simo
Età: 26
Sesso: M
Città: Pavia
Domanda:

Ho recentemente eseguito dei dosaggi ormonali perch volevo assumere la finasteride per la caduta dei capelli. Risultato: il mio testosterone totale di 2.9 ng per ml, ossia ai limiti inferiori della norma. La prolattina e nella norma (8.9 ng per ml). Il mio medico sostiene che pu trattarsi di un fatto costituzionale, senza patologie particolari ma sostiene che quei valori vanno bene per una persona di oltre cinquant'anni. Visto che sono valori bassi ma non bassissimi, secondo lei opportuno fare una terapia sostitutiva, o meglio lasciare tutto cos? In tal caso a quali rischi vado incontro? Ultima domanda: perch se anche il DHT basso 0.20 pgml, continuo a perdere inesorabilmente i capelli (mio padre non nemmeno stempiato)? Grazie infinite per la sua disponibilit.
Risposta:

Perch la permanenza dei capelli non dipende solo dal testosterone o dal DHT. Inoltre dovrebbe osservare la linea maschile derivante da sua madre ( strano ma i caratteri maschili espressi stanno sul cromasoma X, quello materno). La finasteride non serve a niente e le abbasserebbe ulteriormente il livello di DHT con effetti poco piacevoli sulla libido e sulla spermiogenesi, inoltre non pu certo usarla per tutta la vita. Per la terapia sostitutiva, o meglio integrativa, bene prima completare gli esami con alcuni test funzionali: un andrologo attento potr seguirla in tal senso. In ogni caso se i caratteri generali sono normalmente sviluppati non detto che sia necessaria.
Data: 19/5/2001
Nome: vinci
Età: 26
Sesso: M
Città: Sorrento
Domanda:

Gentile dottore,sto effetuando un allungamento del pene mediante estensore esterno,siccome sono colpito da calvizie mi stato prescritto un farmaco dal nome propecia a base di finasteride che sembra influisca su alcuni ormoni maschili. Volevo chiederle se l'uso di questo farmaco possa interferire diminuendo o arrestando la crescita del pene. Si puo affiancare a l'uso dell'estensore integratore o farmaci che possano aumentarne l'efficacia,se si quali. Grazie e distinti saluti
Risposta:

La finasteride (o il propecia) blocca l'azione della forma attiva del testosterone (il DHT) in tutto l'organismo. Viene prescritto per la cadutra dei capelli androgenica, ma in realt non serve a nulla... i capelli cadono ugualmente (non puoi certo assumere il farmaco tutta la vita, gli effetti collaterali sarebbero disastrosi!). In teoria non ha effetto sulla trazione meccanica dell'extender, ma la riduzione dello stimolo androgenico non favorisce certo il risultato. Il sostegno al trattamento con l'extender prorpio il DHT applicato localmente: non ha effetti collaterali e non ha rischi e non fa cadere i capelli.
Data: 22/5/2003
Nome: michele
Età: 36
Sesso: M
Città: Bari
Domanda:

salve professore, in risposta alla sua domanda in merito allo spermiogramma dopo l'intervento di varicocele, nel 2001 i valori per la conta degli spermatozzoi sono passati da 31 mil. a 62 mil. e la motilit (rapid. progressiv + debol. progressiv) dal 25% al 36% (19+17), emazie alcune. Come ritiene che siano i valori? Il problema ora la prostatite anche se non ho particolari fastidi: una minzione un p piu frequente.. puo portare anche sintomi di stanchezza? la finasteride da 1 mg che prendo per l' alopecia pu influire negativamente sulla prostata devo sospenderla? grazie professore lei fornisce un servizio davvero utile.
Risposta:

Lo stato infiammatorio della prostata non si risolve anche per la finasteride che le inpedisce di avere lo stimolo ricostitutivo del DHT. Lasci perdere la finasteride che le genera solo problemi e potrebbe riabbattere la gi scarsa attivit spermatica (la met del minimo, quanti sono quelli integri?), mentre non ha effetti stabili sui capelli che torneraano a cadere appena cesser il farmaco (sempre che ora stiano realmente al loro posto).
Data: 19/5/2003
Nome: francesco
Età: 31
Sesso: M
Città: La Spezia
Domanda:

sono un ragazzo di 31 anni che presenta una marcata familiarit per l'alopecia androgenica. Vorrei sapere se l'uso di finasteride 1mg al d possa essere un valido rimedio senza alterare la normale libido. Grazie
Risposta:

Lei un uomo di 31 anni e leggendo queste risposte e riflettendo sull'azione dovrebbe ben capire che la finasteride non solo non le servir a nulla, ma le far grandi danni nel tempo a livello genitale.
Data: 19/5/2003
Nome: marcoo
Età: 18
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

Gentile dottore le avevo scritto poco tempo fa ma non ho ben capito la sua risposta, io prendo gi minoxidil per i capellie e non ho intenzione di prendere finasteride. Ma volevo sapere anche se fosse poco utile, se il biomineral 5 alfa non crea disturbi sul meccanismo testosterone dht come la finasteride o la serenoa repens. La ringrazio nuovamente e complimenti per ilsito.
Risposta:

Nonostante quanto scritot in pubblicit i componenti dl prodotto non agiscono sulla 5 alfa reduttasi, ma sono solo olii polinsaturi prodotti solo dai vegetali o anche naturalmente prodotti dal nostro organismo o (assimilabili peraltro con una equilibrata nutrizione) che funzionano (forse) come regolatori del metabolismo degli acidi grassi e quindi indirettamente anche sul buon metabolismo dei follicoli piliferi. Non dovrebbero esserci problemi di sorta, ma sulla efficacia per i capelli ho i miei seri dubbi.
Data: 16/5/2003
Nome: Marcoo
Età: 18
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

Gentile dottore, mi stata prescritta finasteride 1mg die per l alopecia androgenica. Essendo uno steroide non l'ho presa e allora la dermatologa mi ha dato al suo posto biomineral 5 alfa. anche se non molto efficace sicura? non ha troppi effetti antiandrogeni vero? ogni capsula da prendere ogni giornio pe tre mesi contiene Olio di semi di Cucurbita pepo(150mg)Olio di semi di Oenothera Biennis(100mg)Omega-6(175mg) Estratto di T Verde(100mg)Zinco(10mg) Biotina(150mcg). la ringrazio molto
Risposta:

Credo nonservira a nulla, molto meglio i prdotti da cosmesi a base di animexil che certamtne non interferisce con il testosterone e il DHT. La caduta rallenter, forse, ma dovr farsene una ragione come moltio prima di lei hanno fatto e sono rimasti felici.
Data: 16/5/2003
Nome: Matteo
Età: 18
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

Buongiorno dottore, volevo domandarle cortesemente perch vi sono pareri cos contrastanti sull'uso di finasteride per i capelli. Tutti i dermatologi e molti urologi endocrinologi e andrologi che ho contattato dicono che a quella dose non crea disturbi gravi, soprattutto non porta a infertilit irreversibile. Come mai il suo parere cos diverso? In che modo la mancanza di dht pu portare a azoospermia? Io ho 18 anni e avrei intenzione di assumerla per al massimo un anno; che probabilit avrei di incorrere in danni assolutamente irreversibili sulla fertilit? La ringrazio moltissimo perch non so pi che parere seguire.
Risposta:

Per un anno non le servir a nulla perch tra un anno i suoi capelli riprenderanno a cadere come da programma, ammesso che su di lei funzioni... il che non sempre vero. A quel dosaggio (1 mg al giorno) per 10 giorni un mese forse non fa danni, ma per 1...2...3 o pi anni (a vita perch sia utile quando funzioni e non dia assuefazione) porta a gravi problemi di disfertilit, favorisce la prostatite e il deficit erettivo come dimostrano i paazienti che non solo io ho in cura. Chi non se ne accorto, Ministero delaa Salute compreso perch non fa le doverose veriche nel tempo o imputa le alterazioni ad altri fatti che sempre da questa somministrazione dipendono. Il DHT la forma attiva del testosterone ed fondamentale perch questo serva a qualcosa, altrimenti come avere una torta squisita e non riuscire a mangiarla. Lasci perdere... ma se insiste poi non si lamenti dei problemi e non dica che nessuno glielo aveva detto.
Data: 9/5/2003
Nome: Mirko
Età: 28
Sesso: M
Città: Napoli
Domanda:

Gentile Dott.Rando, Come possibile che in alcuni siti italiani(di cui non posso fare il nome) che trattano problemi di capelli venerano in maniera esagerata la finasteride dicendo che non ha alcun effetto collaterale? Questo parere espresso non solo dagli utenti ma anche dagli addetti al settore (suppongo medici specialisti).Come mai c' questo divario di opinioni tra i medici riguardo gli effetti collaterali? .Anche io ho problemi di capelli, ma non ci penso nemmeno lontanamente a prendere un farmaco simile. ma vedo che molti, si perdono dietro questi siti e dietro falsi suggerimenti. Come mai questa disinformazione viene permessa? Complimenti e grazie.
Risposta:

L'irresponsabilit spesso pi diffusa di qaunto nons embri, sia tra i medici che tra gli utenti e non ci si rende conto di quanto pu accadere nell'uso prolungato di un farmaco. Sarebbe anche ora che il Mistero della Salute prendesse provvedimenti circa quella indicazione per la finasteride, soprattutto visto come viene gestita.
Data: 9/5/2003
Nome: luisa
Età: 23
Sesso: F
Città: Mestre
Domanda:

il mio ragazzo (27 anni) fa uso da circa un anno e mezzo di finasteride, per curare l'alopecia. in seguito a ci avverte un calo della potenza sessuale, disfunzioni erettili ed un allungamento dei tempi di eiaculazione. io vorrei sapere se questi effetti scompariranno smettendo di assumere il farmaco e se la finasteride pu avere effetti anche sulla fertilit. La ringrazio e la saluto cordialmente
Risposta:

Dica al suo uomo, se non vuoel guai peggiori, che forse sono gi in atto, di sospendere immediatamente la finasteride che non serve al suo scopo se non finch la assume e talvolta neanche, mentre certo che lo rovina dal punto di vista genitale. Poi i dovuti controlli da un andrologo.
Data: 7/5/2003
Nome: Alberto
Età: 27
Sesso: M
Città: Pescara
Domanda:

Egreggio dott. Rando lei afferma che una terapia a base di finasteride (x capelli) comporterebbe una prostatite e questa a sua volta i famosi effetti collaterali?
Risposta:

Cos accade a molti delgi uomini che la assumone e l'hanno assunta. L'ultimo della serie? Michele di Roma 2 risposte prima di questa a lei.
Data: 6/5/2003
Nome: Francesco
Età: 28
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

Egreggio dott. Rando leggendo i vari post ho notato che lei associa alla maggior parte dei casi di D.E. e calo della libido la prostatite; io ho questi problemi da circa due anni e non s se dipendono dalla prostatite (dato che non sento dolori o fastidi vari). L'unica certezza che i problemi li ho cominciati ad avere dopo una terapia a base di finasteride a 5 mg durata un'anno. Voglio dire possibile che l'origine dei mali sia stata la fina o effetivamente ho una prostatite senza saperlo? Ma poi la fina cmq sia non dovrebbe curarla la prostatite? mi perdoni per la lunghezza del post,cordiali saluti.
Risposta:

La finasteride non cura la prostatite (al massimo l'adenoma prostatico - forse - ed il carcinoma) ma invece favorisce la prostatite impedendo la ricostituzione strutturale e funzionale che androgeno (DHT) stimolata. Certo il suo deficit erettivo pu anche dipendere direttamente dall'uso folle di finasteride che lei ha fatto e mi auguro che i danni alla fertilit siano modesti. Spero abbia cessato l'uso della finasteride (immagino per i capelli), ma ora deve effettuare il set completo di esami per fare il punto della situazione e poi attivare la corretta terapia. Gli esami sono: ecografia dinamica peniena, ecografia transerettale prostatica ed ecografia scrototesticolare, entrambe con la valutazione doppler; coltura del secreto prostatico ad alta sensibilit; spermiogramma con definizione della concentrazione degli spermatozoi, della % di spermatozoi a mobilit rapida progressiva rettilinea e della % di spermatozoi integri; dosaggio sullo sperma di PSA totale, LDH, creatinina, acido urico, pH; dosaggio sul sangue di PSA totale e libero, IgG/A/M, fosfatasi acida prostatica; dosaggio su due prelievi di FSH, LH, Prolattina, Testosterone, DHT.
2 di 4 pagine.
1 2 3 4