.:Nick
.:Pass
| profilo | Il Centro Medico-Chirurgico | contattaci | mappa del sito | home |
> home > area quesiti
Menu
» ANDROLOGIA NEWS
» ANATOMIA E FISIOLOGIA DEL SISTEMA GENITALE MASCHILE
MALATTIE DEL SISTEMA GENITALE MASCHILE
» la prostatite
» la disfunzione erettile
» la disfertilità
» le dimensioni e la forma del pene
Leggi quesiti
del mese di
Cerca un quesito
Parola chiave
»avanzata
» RESOCONTO DELLA CHAT

di 602 pagine.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101
102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202
203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303
304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404
405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505
506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599 600 601 602
Data: 16/6/2001
Nome: Lorenzo
Età: 30
Sesso: M
Città: Parma
Domanda:

Salve Dottore. Le ho scritto per chiederle come possibile controllare e ritardare l'eiaculazione. Cosa intende esattamente quando dice che il problema poter controllare l'arrivo di quel momento? Esiste un modo specifico per controllarlo e rimandarlo? Grazie ancora, il suo sito davvero utile.
Risposta:

In primo luogo necessario rimuovere tutte le cause organiche (frenulo breve, prostatiti, elementi ipersensibilizzanti) che devono essere valutate insieme ad un andrologo. Poi si pu intervenire sulla dinamica della gestione del rapporto sessuale.
Data: 15/6/2001
Nome: franco
Età: 19
Sesso: M
Città: Lecco
Domanda:

Dottore quali sono i sintomi dell'ernia scrotale e ed possibile sentirla col tatto?
Risposta:

Se un'ernia arriva allo scroto, un'ernia molto grossa e la si palpa abbastanza bene, cos come la si fa risalire: i sintomi principali sono il senso di peso e di occupazione dello scroto. Alla tua et pi facile che ci sia un varicocele che ha sintomi analoghi, ma non si pu far risalire, d alla palpazione la sensazione di lunghi vermi e pu svuotarsi mettendosi con il bacino in alto.
Data: 15/6/2001
Nome: claudio
Età: 22
Sesso: M
Città: Firenze
Domanda:

Salve dottore, ho letto su un sito internet che si occupa di problemi medici che i peni pi piccoli sono pi rigidi e che la capacita di raggiungere un'erezione valida diminuisce con l'aumentare delle dimensioni (in effetti nei film pornografici che mi capitato di vedere gli attori pi dotati lo hanno quasi sempre "barzotto"). Io ho un pene piuttosto lungo (circa 21 cm, crede che nel corso del tempo avr
Risposta:

05
Data: 15/6/2001
Nome: kevin
Età: 30
Sesso: M
Città: Isernia
Domanda:

ho una incurvatura del pene verso il basso, una cosa grave e da che cosa dipende? poi visto che mi faccio tanti problemi si pu togliere? Grazie.
Risposta:

Non una cosa grave se non molto accentuata (oltre i 45 gradi di curva), ma pu dare molto fastidio, soprattutto nei rapporti. E' dovuta al non omogeneo sviluppo dei corpi cavernosi anche per vizi di posizione. Si pu correggere sia con l'extender che per via chirurgica: in prima battuta meglio il primo. Se vuole mi chiami al 335226344 per un appuntamento di valutazione e per l'eventuale terapia (possiamo organizzare tutto nella medesima giornata).
Data: 14/6/2001
Nome: marco
Età: 27
Sesso: M
Città: Rimini
Domanda:

A causa di una forte stempiatura in aumento (problema che vivo con molta frustrazione)l'endocrinologo mi ha prescritto dei dosaggi ormonali dai quali emerso che il mio testosterone nella norma (5.8 ngml) mentre il DHT un p alto (0.80 ngml). lo stesso medico mi ha assicurato dicendo che una riduzione del DHT, presumibilmente non comporta problemi della sfera sessuale, essendo questa influenzata in misura quasi totale dalla frazione libera del testosterone (nel mio caso 32.5 pgml). Ho visto dalle risposte che lei di parere diverso. Vorrei sapere se il propcia - in ragione di 1 mg al giorno - pu abbassare anche il testosterone, tenuto anche conto del fatto che io mi accontenterei di brevi cicli terapeutici (il mio obiettivo ritardare il pi possibile l'inevitabile progredire della calvizie). Avevo pensato di assumere il prodotto e tenere sotto controllo la situazione per sospendere la terapia al primo segnale di anomalie. Lei cosa ne pensa? Ho inoltre visto su molti siti internet che c' la possibilit di curarsi con antagonisti locali degli androgeni, che permetterebbero una ricrecita di capelli senza ridurre i valori plasmatici del testosterone...La ringrazio in anticipo.
Risposta:

Il propecia, torno a dire, non serve a niente in riferimento alla calvizie (che geneticamente dispota e non dipende solo dal DHT che agisce sui bulbi piliferi, peraltro non sempre!). Il livello del suo DHT deve essere ricontrollato perch decisamente alto (troppa conversione in giro del testosterone). I prodotti locali con mixodil e vit. A sono i migliori palliativi, ma proprio perch palliativi possono avere o non avere effetto.
Data: 14/6/2001
Nome: Lorenzo
Età: 30
Sesso: M
Città: Parma
Domanda:

Salve Dottore. Se pur ho rapporti sessuali con una certa costanza mi sono sempre chiesto se ci fosse un sistema per trattenere l'eiaculazione. Non credo di essere 'precoce', abitualmente cerco di non distrarmi per ritardare il momento in cui eiaculo. Grazie per l'attenzione.
Risposta:

C' un momento di... non ritorno! A quel punto non pi possibile trattenerla. IL problema poter controllare l'arrivo di quel momento: questo possibile se tutto il sistema in ordine e non ci sono stati di ansia.
Data: 14/6/2001
Nome: carlo
Età: 30
Sesso: M
Città: Torino
Domanda:

In conseguenza di un abbassamento, ormai da considerare cronico, delle gonadotropine, soffro di una forma ipogonadismo di tipo ipogonadotropo (testosteone 1.8 ngml lh 0.4 ngml). Visto che, nonostante le molte analisi il quadro clinico non mostra segni di patologia tali da determinare la disfunzione, l'endocrinologo sostiene che si possa trattare di un cattivo funzionamento costituzionale dell'ipotalamo. La terapia sostitutiva stata imperniata sull'uso del testoviron e del profasi, entrambi efficaci: solo che il primo mi creava spiacevoli effetti di riduzione del volume testicolare e dell'eiaculazione ma mi dava un "tono" nettamente migliore; il secondo mi creava dei problemi di aumento di peso, ma conservava (e, anzi incrementava) volume dei testicoli e dell'eiaculazione. secondo lei quale dei due farmaci dovrei usare? inoltre dopo l'ultimo ciclo di profasi, il medico mi ha consigliato di fare una lunga pausa per verificare lo stato dei miei ormoni depurato dagli effetti della terapia. A suo avviso dopo quanto tempo dalla sospensione delle iniezioni il risultato dei dosaggi ormonali sar attendibile? Grazie molte per la disponibilit e mi scusi per la lunghezza del quesito.
Risposta:

Situazione troppo complessa per essere definita in queta sede e per darle dei consigli utili. Lei dice di aver fatto molte analisi, ma ha sempre ripetuto le stesse o ha fatto test di stimolo? Il Profasi pu essere utile, ma potrebbeessere vicariato in altro mod. Il problema una diagnosi completa ecorretta che non mi sembra sia stata fatta.
Data: 14/6/2001
Nome: osvaldo
Età: 40
Sesso: M
Città: Pescara
Domanda:

Salve e grazie in anticipo per la professionalit. In conseguenza di una moderata insufficenza venosa, soffro di impotenza. l'andrologo cui mi sono rivolto mi ha prescritto - con intenti riabilitativi - una serie di otto settimane di caverject, ma l'iniezione endocavernosa mi provoca dolore e un innaturale senzo di irrigidimento (irrigidimento peraltro non sempre eclatante). Ho proposto al medico di prescrivermi il viagra, ma lui sostiene che il sidenalfil sia ottimo come palliativo ma non abbia comprovati effetti di riabilitazione. Lei cosa ne pensa? Volevo sapere se la riabilitazione pu essere conseguita anche col viagra che soddisfa meglio esigenze di compliance. Inoltre ho letto in una sua risposta che per il mio problema si possono assumare anticorpi antitissutali. Mi chiedevo di cosa si trattasse e se potessero costituire una soluzione definitiva. Un saluto.
Risposta:

La terapia di cui lei ha letto ha risolto molti problemi come il suo. L'importante che la diagnosi sia corretta e che la terapia duri per il tempo sufficiente (anche sei mesi-un anno). Se vuole mi chiami al 335226344 per l'appuntamento.
Data: 14/6/2001
Nome: salvo
Età: 28
Sesso: M
Città: Palermo
Domanda:

Buongiorno e complimenti per il sito prima di tutto. Le scrivo per avere una sua opinione circa un problema di disfunzione erettile che da tempo mi ossessiona. Il primo episodio insorto improvvisamente circa 8 anni fa all'et di 20 anni. Dopo alcune settimane di blocco totale dell'erezione mi sono ripreso con l'aiuto della mia ragazza. Il problema era stato superato fisicamente, ma credo non mentalmente, dato che da allora ho sempre lo spettro del fallimento che mi alita vicino. Infatti riesco da anni ad avere rapporti solo dopo avere ingerito quantit elevate di alcolici. Diversamente lo stimolo deve necessariamente essere diretto. Da allora ho sempre ricorso a sballi vari per riuscire a non pensare di fallire. Con il trascorrere degli anni ho avuto una diminuzione delle erezioni spontanee ( a volte non ho erezioni spontanee per giorni) e anche quelle mattutine mi si presentano raramente e il pi delle volte non sono piene. Ho deciso recentemente di rivolgermi ad un andrologo il quale mi ha diagnosticato una probabile fuga venosa; ho quindi seguito una terapia a base di iniezioni intracavernose di prostaglandine (10 iniezioni da 5 mg) e successivamente ho assunto 8 compresse di viagra da 50. Non credo che la situazione sia molto cambiata, infatti permane la quasi assenza di erezioni spontanee, anche mattutine, e la fugacit delle stesse. Continuo a poter avere rapporti ma spesso necessito di stimolazioni dirette a meno di non avere assunto al solito quantit elevate di superalcolici. A questo punto mi chiedo: se il problema fosse fisico il fatto di essere ubriaco non dovrebbe peggiorare la situazione? Se il problema fosse fisico non dovrebbe essere presente sempre, mentre invece ci sono periodi che ho una vita sessuale normale? possibile che tutto dipenda dal fatto che sono una persona molto sensibile allo stress e che abuso da anni di sostanze alcoliche, droghe leggere e tabacco? possibile che continuare ad assumere questi farmaci possa peggiorare la situazione e crearmi nuove dipendenze? Cosa mi consiglia? La ringrazio per il consiglio che spero non tardi a pubblicare. La saluto.
Risposta:

Credo proprio che debba rivedere completamente il suo stile di vita, prima di... lasciarci le penne! Tutto quello che fa non va assolutamente bene e fa peggiorare non solo l'efficienza sessuale, ma anche ogni altra funzione (epatica in primo luogo, cerebrale in secondo). Lei ha bisogno di molto aiuto, ma non solo medico... anche e sopratutto di una comunit di disintossicazione.
Data: 14/6/2001
Nome: Marcello
Età: 24
Sesso: M
Città: Genova
Domanda:

Premetto che sono gi stato da 2 urologi, che mi hanno fatto eseguire un tampone uretrale e una spermiocoltura, senza rilevare nulla di patologico. Quando urino, e talvolta durante la penetrazione con la mia ragazza, sento bruciore all'interno del pene, precisamente nella parte alta, sotto il glande. Ho notato che per che se ho molta voglia di urinare, il bruciore scompare. Purtroppo ormai un anno che ho questo problema e non so pi come fare per risolverlo. Tra l'altro con la comparsa del bruciore un altro sintomo (per me causa di grossa preoccupazione) si presentato: un leggero (appena percettibile alla vista) ingrossamento delle ghiandole poste sotto il mento, di lato. I dottori mi hanno detto per che le due cose non sono collegate, anche se a me sembra molto strano dal momento che non ho mai sofferto di disturbi n al pene n a queste ghiandole e che i due problemi sono comparsi contemporaneamente. Per indagare sulle ghiandole ho effettuato una ecografia e 2 volte le analisi del sangue approfondite (io avevo paura di avere un tumore...); la seconda volta sono comparse transaminasi leggermente alte. Capisco che per Lei difficile dirmi qualcosa di diverso dal consigliarmi altre visite, ma non essendo risultato nulla ho deciso di sospendere le indagini per evitare la tensione che mi provoca sottopormi a esami o a ripetute visite, essendo molto ansioso (cominciavo a non dormirci pi la notte); ora, essendo passato del tempo, mi sono illuso che se avessi avuto qualcosa di grave, sarebbe "venuto fuori". Ultimamente comparsa anche artrite alle ginocchia e formicolii in varie parti del corpo. Avr mica la sclerosi multipla? Ho sintomi di qualche tumore? Un'altra cosa (spero di non abusare della vostra pazienza): una volta, dopo un rapporto sessuale (circa 5 minuti dopo), ho avvertito un bruciore intensissimo al pene, che durato circa un minuto e poi passato. Cosa pu essere stato? Potrebbe ricollegarsi all'altro problema? Scusi se ho abusato della sua disponibilit e grazie per l'utilissimo sito.
Risposta:

Il bruciore all'uretra distale pu diopendere anche dalla prostata (che non staat indagata) o da restringimento irritativo; tuttavia credo che il suo stato di ansia e di ipocondria sia dominante in tutta la situazione e quindi che lei abbia bisogno di riequilibrarsi con una terapia rilassante (ayurvedica o shatsu) associata a terapia semiomeopatica. Le valutazioni, mi spiace, devono essere fatte e con molta attenzione... altrimenti non se ne viene fuori.
Data: 14/6/2001
Nome: galaxy
Età: 26
Sesso: M
Città: Palermo
Domanda:

Dottore a 14 anni mi sono sottoposto ad un intervento di varicocele sx andato male (non avevano fatto alcun pre-esame) tuttavia subito dopo mi sono sottoposto ad un secondo intervento in un altro ospedale questa volta mi hanno fatto un esame prima dell'intervento che non so come si chiama, ma ricordo che era in anestesia locale e con una sonda. Adesso a 26 anni ho una spaventosa paura che nemmeno quest'ultimo sia riuscito bene. Il testicolo rimasto tale quale x volume, a volte nello sperma di colore giallastro ci sono dei grumuli, normale? poi ho una iaculazione precoce, cosa c' che non va non un intervento semplice? Sono tutti elementi collegati? Sono sterile? Dottore mi aiuti la prego. La ringrazio immensamente.
Risposta:

Per aiutarla devo necessariamente vederla e farle degli esami specifici. Tutti i suoi disturbi sono collegati, ma non detto che dipendano da un residuo di varicocele. In aereo Palermo-Milano non un viaggio impossibile e possiamo organizzare il tutto in una sola giornata (per l'appuntamento mi chiami al 335226344).
Data: 14/6/2001
Nome: filippo
Età: 36
Sesso: M
Città: Genova
Domanda:

scusi se il mio linguaggio non e per niente tecnico ma ho da porre un quesito, ultimamente mi sono accorto che sotto la testa del pene in prossimita della pellicina che collega la testa alla restante pelle , mi e comparsa o forse c e sempre stata una piccola pallina sensibile al tatto che pero non porta ad alcun fastidio ringrazio
Risposta:

Non saprei cosa dirle... il consiglio di farsi visitare. Pu non essere niente, ovvero l'esito di una banale irritazione o altro.
Data: 14/6/2001
Nome: Luka
Età: 26
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

Con la mia nuova ragazza ho scoperto di avere problemi di eiaculazione precoce! Il fattaccio avviene solo con un rapporto completo, non con masturbazione o rapporti orali, e si presenta sia con l'uso del profilattico che senza. Nelle mie passate esperienze, anche se non sono state molte, non mi era mai accaduto, cos come non era successo nella prima volta con la mia attuale compagna! Non ho problemi di frenulo breve ed avverto stimoli forti nella parte superiore del glande! Non so se il fattaccio dovuto ad ansia da prestazione anche se sinceramente ho sempre vissuto l'intimit con molta serenit!Come posso affrontare la questione?
Risposta:

Facendosi visitare da un andrologo. Pu solo essere ansia da prestazione, ma pu essersi realizzata una prostatite cronica o abatterica. L'ecografia e qualche esame specifico daranno le giuste indicazioni.
Data: 14/6/2001
Nome: mp
Età: 40
Sesso: M
Città: ve
Domanda:

Egr. Prof. circa 20 gg fa le dissi che mi avevano inserito una protesi testicolare si ricorda? Dopo 20 gg questa e' sempre dura mi hanno detto che ci vorra' dai tre ai sei mesi perche' tutto si sistemi. Il tipo di protesi e' una TESTIS G della Delta Diffusion Aiaccio Francia che risulta introvabile(non riesco a mettermi n contatto con loro), Lei per caso la conosce? Ha mai visto questo tipo di protesi? se si com'e'?e' vero che ci vuol tutto questo tempo perche' s'ammorbidisca? Nel caso dopo 6 mesi questa risultasse ancora dura, che tipo d'intervento chirurgico dovrei fare per l'espianto? Mi scusi se le pongo tutte queste domanda ,ma il mio Medico purtroppo ,non sol non mi ha fatto vedere la protesi prima dell'inserimento,ma e'anche troppo evasivo ed io ho bisogno di risposte sicure. Mentre il testicolo naturale scende normalmente quello artificiale non si sposta dall'alto e rimane invece rigido e duro e a volte mi fa anche male cosa devo fare aspettare come dice il mio medico? Grazie
Risposta:

Non conosco la protesi e quindi non posso darle un parere, ma una ecografia pu dare delle indicazioni precise sullo satto reale. Venti giorni non sono molti ma mi sembra strano che non sia in corso di assestamento. Coem gi le ho detto, per darle un parere devo visitarla: o aspetta ancora circa 15 giorni o mi chiama.
Data: 14/6/2001
Nome: Marco
Età: 38
Sesso: M
Città: Firenze
Domanda:

Soffro da 1991 di prostatite. Dopo alcuni episodi acuti ho fatto una terapia (nel '93) di circa sei mesi basata su assunzione quindicinale (alternata) di Peflox e Monuril. Per circa 3/4 anni non ho pi avuto problemi, poi gli stessi sono ripresi in maniera prima flebile, poi pi sensibile. Ultimamente ho avuto un episodio acuto con persistenza di febbre (con brividi molto forti) fino al terzo/quarto giorno di antibiotico (chinolonici). L'ecotransrettale ha evidenziato (3 giorno di malattia) un'ampia zona ipoecogena sfumata (il che ha anche preoccupato il mio medico e l'ecografista). Un successivo controllo (a distanza di 15/20 giorni ha per evidenziato una ghiandola completamente diversa con rientro nella normalit delle aree infiammate. Fin qui il quadro clinico. Il mio problema conoscere come comportarmi dal punto di vista delle abitudini (stile di vita, alimentazione, ecc) e sapere come poter contrastare una eiaculazione precoce la quale, con la complicit della mia psiche (e forse delle diffuse calcificazioni - residui di vecchie infiammazioni), si sta "aggravando". La ringrazio dell'attenzione
Risposta:

Il quadro pu essere sensibilimente e permanentemente migliorato nel suo complesso, ma occorre reimpostare la terapia per un tempo sufficiente (magari uno-due anni). Se vuole michiami al 335226344 per un appuntamento.
Data: 14/6/2001
Nome: Pierpaolo
Età: 25
Sesso: M
Città: Trani
Domanda:

Gentilissimo prof.Rando, innanzitutto complimenti per il suo servizio di consulenza, dettagliato ed aggiornato, dal quale si deduce il suo desiderio di aiutare il paziente in qualunque modo. Passo a descrivere il mio problema : da circa 4 anni soffro di polluzione notturna (spesso molto consistente e pari alla fuoriuscita di sperma di un normale rapporto sessuale). Ci accade senza alcuna precisa frequenza, ma p spesso quando non ho rapporti sessuali con la mia ragazza. Anzi, in alcuni rari casi accaduto quando, la sera precedente, avevo avuto un rapporto sessuale. Molte volte accade senza una attivit onirica a sfondo erotico. Un andrologo che mi ha avuto in cura , dopo aver riscontrato che non avevo alcun problema alla prostata n, da spermiocultura e spermiogramma, alcun altro problema, mi ha prescritto per circa 4 mesi SEROXAT. Tale medicinale ha evitato che la cosa accedesse ma appena ho smesso di prenderlo, il problema si ripresentato. Aggiungo peraltro che tale problematica diventata anche di natura psichica per me poich mi ha tolto sicurezza e fiducia in me stesso e difficolt nei rapporti interpersonali. Mi consigli uno specialista o, meglio, mi descriva come imposterebbe lei la cura. La ringrazio per l'aiuto.
Risposta:

Non posso impostare una cura via internet: necessario che la veda e discuta con lei il problema. Certamente ci sono problemi psicodinamici che vanno riequilibrati, ma non con gli psicofarmaci. Pu essere utile un trattamento rilassante e rigenerante ayurvedico o shatsu. Anche se lei non li ricorda non detto che non abbia sogni erotici, il che non significa che la sua vita sessuale non sia soddisfacente, ma magari che richiede pi fantasia. Di pi qui non posso dirle, se vuole ne potremo parlare in studio a Milano (335226344 per l'appuntamento).
Data: 14/6/2001
Nome: riccardo
Età: 18
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

penso di aver il pene incurvato eccessivamente, infatti con la mia ragazza non riesco ad avere rapporti da davanti ma solo da dietro... crede che sia il caso di intervenire? praticamente il mio pene in parallelo con la pancia anzi tende quasi a toccarla... davvero una cosa fastidiosa... dove e come potrei intervenire? a chi mi devo rivolgere?
Risposta:

Puoi provare per qualche mese, almeno sei, con l'extender (da usare solo con il controllo andrologico). Se proprio non funziona, ma non credo, rimane l'intervento di corpoplastica.
Data: 14/6/2001
Nome: riki
Età: 18
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

ho notato che i miei capezzoli sono leggermente gonfi io sono di corporatura magro e non credo che sia grasso infatti, ho fatto gi un esame e hanno detto che un rigonfiamento della ghiandola mammaria, normale e che potrebbe atrofizzarsi oppure aumentare... volevo sapere se: necessario intervenire per togliere questo rigonfiamento? prima di tutto xch mi da un p fastidio e poi perch non si possono proprio vedere esteticamente...
Risposta:

La ghiandola mammaria ipertrofica (ginecomastia) nei maschi giovani pu permanere alcuni anni, ma deve poi atrofizzarsi e comunque non deve aumentare. Se d fastidio puoi provare con il DHT (a Roma nella farmacia Vaticana come Andractim), ma sotto stretto controlo andrologico. Altrimenti non resta che l'asportazione.
Data: 14/6/2001
Nome: Max
Età: 30
Sesso: M
Città: Napoli
Domanda:

Ho un paio di macchioline rosse sul glande , ed un bruciore come se venisse dal di dentro di esso.Ho usato per 3-4 giorni gino canesten ed il problema sembrava essersi risolto, poi a seguito di un rapporto mi e' tornato il bruciore.Cosa potrebbe essere?Va bene la pomata?Grazie
Risposta:

Non posso dirle se una infezione da candida, ma potrebbe e vista la recidiva dopo il rapporto possibile che la partner ne sia affetta. In ogni caso non deve curarsi da solo edeve farsi vedere. Utilissima anche la visita della sua partner.
Data: 14/6/2001
Nome: paolo
Età: 26
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

Buongiorno, ho letto le risposte da lei date a proposito della terapia con DHT. Mi sembra di aver capito che il gel riesca a supplire carenze locali di sensibilit agli androgeni senza alterare i valori ematici degli stessi. Volevo sapere: se si pu usare per aumentare le dimensini di un pene normale in un individuo sano, possibile usarlo con lo stesso principio in altre parti del corpo (per ridurre il grasso sulle natiche, per la ginecomastia, per aumentare la barba in individui che non ne hanno)? Vorrei saperlo perch io ho alcuni di questi problemi, credo per una scarsa risposta locale allo stimolo del testosterone, e non per una sua carenza (dalle analisi non risultano squilibri). Grazie infinite.
Risposta:

E' possibile, ma come tuti gli ormoni deve essere applicato con giudizio e sotto stretto controllo andrologico. Se vuole mi chiami al 335226344 per un appuntamento: valuteremo i suoi problemi con attenzione e troveremo la soluzione migliore.
di 602 pagine.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101
102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202
203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303
304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404
405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505
506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599 600 601 602