.:Nick
.:Pass
| profilo | Il Centro Medico-Chirurgico | contattaci | mappa del sito | home |
> home > area quesiti
Menu
» ANDROLOGIA NEWS
» ANATOMIA E FISIOLOGIA DEL SISTEMA GENITALE MASCHILE
MALATTIE DEL SISTEMA GENITALE MASCHILE
» la prostatite
» la disfunzione erettile
» la disfertilità
» le dimensioni e la forma del pene
Leggi quesiti
del mese di
Cerca un quesito
Parola chiave
»avanzata
» RESOCONTO DELLA CHAT

di 602 pagine.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101
102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202
203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303
304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404
405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505
506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599 600 601 602
Data: 10/4/2003
Nome: ANT
Età: 35
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

DOTTORE HO FATTO UN ECO AI TESTICOLI E ALLA PROSTATA MI PARLANO DI CALCIFICAZIONI DI VECHIA DATA MI PUO DIRE CHE COSA SONO LE CALCIFICAZIONI E COSA POSSONO CAUSARE GRAZIE
Risposta:

Le calcificazioni sono depositi di sali di calcio (in generale urati di calcio) dovuti allo satto infiamamtorio, ma non vero che siano sempre segnale di uno stato infiamamtorio cessato, per quanto lo siano di uno stato persistente da un certo tempo. La corretta valutazione funzionale dar le indicazioni necessarie. Se lo stato infiamamtorio persiste pu indurre, e gi non lo ha fatto, danni alla fertilit e alla funzione erettile.
Data: 10/4/2003
Nome: Rosario
Età: 55
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

Dr Rando buon giorno. Leggo da un p di tempo la sua rubrica ( complimenti per il servizio )e sono molto dubbioso su tanti aspetti percui Le faccio una domanda ben precisa ( mi aspetto una risposta altrettanto precisa ), da una ipertrofia prostatica si guarisce ???? ( escludendo l'intevento naturalmente). Avr capito che mi stato diagnostico un adenoma di 3 cm e, pertanto per quasi un'anno ho assunto due comresse al giorno ( omnic e permixon ), adesso per autonomamente ho deciso di sospenderle perch non ho visto miglioramenti in tutto questo tempo. Grazie
Risposta:

Difficile che un adeonoma regredisca, pi spesso si pu contenerne lo sviluppo. Per una migliore e pi concreta valutazione se vuole sar meglio che ci si veda.
Data: 10/4/2003
Nome: salottipao
Età: 25
Sesso: M
Città: Cosenza
Domanda:

Sono un ragazzo di 25 anni normodotato (16 cm),da un paio di giorni ho qualche problema con l'erezione del mio pene. Forse ho compreso anche il motivo e vorrei sottoporvelo.Circa due settimane f ho avuto dei rapporti con una ragazza appena conosciuta per circa quattro giorni,il tutto si svolgeva nel letto e nella doccia.E' proprio qui credo che ci sia il mio problema perch mentre eravamo nella doccia questa ragazza aveva l'abitudine di prendere con la sua mano il mio pene gi eretto e strizzarlo pi volte cercando anche di allungarlo con dei movimenti,io l'ho lasciata fare anche perch non provavo nessun dolore,secondo lei con quel esercizio non solo avrei dovuto provare piacere,ma mi sarebbe servito anche ad aumentare le dimensioni del mio pene. A dir la verit i rapporti dopo quelle strizzatine sono andati bene,il problema mi sorto qualche giorno f quando mi sono accorto di avere dei problemi nell'erezione nel senso che da pene floscio di circa 8cm riesco a farlo ingrandire ma non riesco a portarlo ad una erezione completa ed ad indurirlo completamente come mi succedeva in passato. Sono diversi giorni il tutto mi st preoccupando e non vorrei che quelle strizzatine mi avessero in qualche modo creato dei problemi? Devo aspettare qualche giorno? Devo lasciarlo riposare un p?
Risposta:

Lasci qualche giorno di pausa e poi riferifichi la situazione. Se il defcit permane allora meglio un controllo dall'andrologo.
Data: 10/4/2003
Nome: gerardo
Età: 30
Sesso: M
Città: Bari
Domanda:

ho una prostatite e sto facendo una cura con augmentin da gr.1 per 2 volte al giorno per 10 giorni al mese per sei mesi;l'esame della spermiocoltura risultato positivo con identificazione batterica "streptococcus faecalis" e "staphylococcus aureus".Ho fatto anche il nomogramma spermatico con i seguenti valori: aspetto: lattescente; colore:biancastro; liquefazione:completa in 30'; volume ml : 3,8; pH:7,2; viscosit:normale; concentr.spz:65(mil/ml);N spazio eiacul.:247 milioni; motilit rettili.veloce : basale 30% - 120' 20%; motilit rettili.lenta : basale 25% - 120' 20%; motilit in situ : basale 15% - 120' 10%;motilit assente : basale 30% - 120' 50%. Morfologia: forme normali 40%;anomalie alla testa 20%; anomalie predominanti a carico della testa e del collo. Leucociti assenti, agglutinati assenti. Commento: MODESTA ASTENOSPERMIA. Da premettere che circa sei anni fa ho avuto l'"Enterococco" curato con la Netilmicina.
Risposta:

Non credo che con il solo antibiotico rivolser mai nulla e rischia su tempi cos lunghi non controllati di indurre resistenze difficili poi da trattare. Manca completamente uno schema ricostitutivo per l'attivit prostatica responsabile del suo deficit fertile che non per nulla lieve (gli spermatozoi efficaci sono solo circa 8 mil/ml) anche se non drammatico.
Data: 10/4/2003
Nome: Fabio
Età: 40
Sesso: M
Città: Napoli
Domanda:

Egregio Prf. Carlo Rando, le ho gi scritto una volta a causa di una prostatite ribelle ed capito che per venirne a capo dovrei affrontare con lei strade un po diverse dal solito. Le scrivo per per avere un ulteriore chiarimento. Ci sono periodi in cui la mia prostatite migliora (non guarisce...) altri in cui peggiora. Nei momenti peggiori noto (spero non mi prenda per pazzo) che i miei testicoli regredescono lievemente per volume e consistenza, e diventano diciamo un po pi..."mollicci", ed anche la mia libido in questo perieodo non che sia allle stelle. Tutto ci ha una spiegazione, normale una situazione del genere in una prostatite ormai cronica? Conto molto su una sua risposta. Grazie.
Risposta:

E' possibile per almeno due buone ragioni: lo stress infiammatorio che altera il circuito vascolare locale, il possibile interessamento infiammtorio verso lo scroto. MI chiedo cosa aspetti ad affrontare come si deve la questione.
Data: 10/4/2003
Nome: Gay
Età: 34
Sesso: M
Città: Napoli
Domanda:

Salve, Sono un ragazzo gay e scrivo dalla provincia di Napoli. Da oltre un anno e mezzo non ho pi rapporti anali a causa di ragadi anali molto sanguinanti e dolorose. La prossima settimana mi opero e spero di risolvere il tutto. La mia domanda : quanto tempo dovr aspettare prima di poter ricominciare ad avere rapporti anali? Grazie di tutto.
Risposta:

Probabilmente almeno un mese. Non usi cortisonici, ma solo olio di mandorle dolci nel postoperatorio ed eventualmente una crema rinfrescante.
Data: 10/4/2003
Nome: luciano
Età: 33
Sesso: M
Città: MIlano
Domanda:

salve mi interessava lo strumento per ingrossare il pene: ma nel prezzo compreso anche l'insegnamento degli esercizi di penis dimension e l'allenamento del pubococcigeo. sa perch mi interesserebbe molto apprendere queste tecniche da uno pratico del settore. mi faccia sapere. tank you.
Risposta:

Gli esercizi manuali non serviranno usato il penis builder, ma non un problema spiegarli. Pi utili gli esercizi di ritonificazione pubococcigei che saranno spiegati.
Data: 10/4/2003
Nome: saverio
Età: 22
Sesso: M
Città: Taranto
Domanda:

Salve dottore sono circa sei mesi che seguo il suo sito e sto aspettando di avere i soldi per permettermi il trattamento di ingrandiemnto del membro. da un po' di giorni sento parlare di penis builder (ho visto anche la presentazione sul sito nuovo della androline). quello che mi chiedo quante ore al giorno andrebbe usato (mi pare due, o sbaglio?)e com' possibile che possa dare risultati maggiori dell'extender e degli esercizi che andavano seguiti per molto pi tempo e che costituivano un po' la punta di diamente con DHT e fitoterapici delle varie combinazioni da lei utilizzate? avrei bisogno di qualche chiarimento anche perch non mi chiaro come agisca. Inoltre volevo sapere se aggiungere ad esso gli esercizi migliora ancora un p il tutto. Grazie1000.
Risposta:

Il nuovo protocollo che ho messo a punto con penis bulder usa questo pi fitoterapici e DHT. Non serve altro perch le due componenti del penis builder vicariano abbondantemente quanto fatto con il protocollo intetrato in uso. Prevedo due set per complessive 3 ore al girono di applicazione in due volte, eventualmente estensibili di un ulteriroe set. Il vantaggio legato all'azione meccanica alternante calibrata ed automatica che consente uno stimolo pi consistente per quanto meno traumatico. Non servir altro.
Data: 10/4/2003
Nome: polo
Età: 25
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

salve e complimenti per il servizio. dunque, io ho sofferto di eiaculazione precoce, ma ho sempre cercato di ovviare consumando i rapporti in lieta "ubriachezza", fin quando non mi e' capitato di avere un rapporto sotto effetto di oppiacei. il risultato e' stato sorprendente riuscendo a prolungare il rapporto a 1h e +! purtroppo non tutto quel che luccica e' oro, percui, nonostante la soddisfazione di me e della mia compagna, ho dovuto tralasciare questa prassi per problemi correlati. Tempo fa riferii il tutto a un suo collega, ma, a parte prescrivermi una stupida crema anestetizzante, non mi ha saputo consigliare altro. Ora, vorrei sapere quali metodi sono possibili e in particolare se una operazione di circoncisione (consigliatami) potrebbe ridurre la sensibilita'; infine qualcosa circa un trattamento a base di serotonina. di nuovo grazie_
Risposta:

Lasci perdere la serotonina che funziona come antidepressivo e rischia di schiavizzarla e comuqnue non risolver la causa. Prima di tuttto necessario con i dovuti esami effettuare la diagnosi di causa, poi si decider come correggere la situazione in via definitiva. Se vuole mi chiami al 335226344 per un appuntamento.
Data: 10/4/2003
Nome: ciro
Età: 54
Sesso: M
Città: Napoli
Domanda:

Egregio dottore cosa ne pensa del cialis, quali le differenze con il viagra? le controindicazioni? anticipatamente la ringrazio
Risposta:

A parte la durata di azione che incrementa i rischi di priapismo, fanno esattamente la stessa cosa ed hanno esattamente le stesse controindicazioni, entrambi non risolvono il problema ma possono solo tamponarlo in attesa di una diagnosi corretta e di una reale ed adeguata terapia che corregga la causa.
Data: 10/4/2003
Nome: nick
Età: 21
Sesso: M
Città: Catania
Domanda:

Lo spinello (erba o resine, dette hascisc) se fumate di tanto in tanto, saltuariamente, danneggia molto i corpi cavernosi, quindi l'erezione e la eieculazione? Quale dei due pi, quale dei due meno?
Risposta:

Se la frequenza veramente saltuaria, ovvero non pi di una volta al mese, non dar problemi pi di un buon bicchiere di vino.
Data: 10/4/2003
Nome: Mirko
Età: 26
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

Gentilissimo Professore, il mio quesito riguarda il rapporto tra fimosi e fenulo breve: ho difficolt a scoprire il glande completamente, ma non rieco a capire se il dolore proviene pi dal frenulo o dal prepuzio troppo stretto. I due fenomeni sono spesso correlati? Solo una visita pu chiarire quale dei due il problema reale o c' un metodo domestico che eviti dolorose lacerazioni? Grazie mille.
Risposta:

Sono connessi, ma se non riesce a scoprire il glande non c' altra soluzione che la circoncisione radicale e prima la fa meglio . Se vuole mi chiami al 335226344 per un appuntamento e potremo farla rapidamente.
Data: 10/4/2003
Nome: roberto
Età: 36
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

caro dottore da dieci anni soffro di eiaculazione precoce, esistono terapie o farmaci per risolvere il problema?
Risposta:

Prima la diagnosi di causa con i dovuti esami, poi la adeguata terapia. Se vuole mi chiami al 335226344 per un appuntamento.
Data: 10/4/2003
Nome: Marco
Età: 29
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

Nutrivo il sospetto di poter soffrire di prostatite,la sua risposta ieri ha confermato i miei sospetti che, i sintomi che le ho elencato erano da attribuire alla pros.e non al varicocele. Mi chiedo per come mai i vari medici che mi hanno visitato non si siano accorti del problema, anzi mi liquidano tutti dicendomi che non ho nulla a parte un varicocele che posso non operare, del resto io ho fatto queste analisi che sono tutte negative evidentemente non bastano, visto che non rivelano nulla. le analisi fatte: 1-Urinocoltura con antibiogramma 2-Spermiocoltura con antibiogramma per germi comuni, miceti protozoi e batteri saprofiti, su terreni alluopo arricchiti. 3- Micoplasma, Gonococco, Herpes virus(HSV) e Papilloma virus (HPV)su urine, sperma e tampone uretrale dopo massaggio prostatico 4-IGG e IGM per Chlamidia e Micoplasma e IGa secretorie antiChlamydia. 5-esami tiroidei. le ricordo che gli unici valori alterati sono prolattina e testosterone e non c' presenza di sangue nello sperma. quindi quali sono le analisi che rivelano il problema? potrei invece avere la cistite intersiziale? vorrei risolvere il mio problema e capire soprattutto se tale o solo un mio blocco psicologico.
Risposta:

La coltuira utile quella su secreto prostatico opportunamente ottenuto al meato uretrale e non da tampone uretrale. Quali sono i valori di prolattina e testosterone? Mancanop sostanzialmente tutti gli esami che consentano di valutare lo stato della prostaat e qui spesso indicati. Prima di pensare a cose complesse e derivate meglio saper inquadrare il problema principale. Per aiutarla dovremo vederci per cui se vuole mi chiami al 335226344 per l'appuntamento.
Data: 10/4/2003
Nome: Paolo 1965
Età: 37
Sesso: M
Città: Palermo
Domanda:

Salve Dottore e complimenti volevo chiederle questo: Come possibile valutare la normalit della eiaculazione nel senso che mi sono accorto che quando eiaculo lo sperma fuoriesce con una scarsa pressione non schizzando normale . Potrebbe essere una prostatite? Quali esami fare? Grazie per la risposta.
Risposta:

La riduzione di spinta pu dipendere da ridotto tono dei muscoli pelvici o da infiammazione prostatica. In via preliminare uno spermiogramma ed una ecografia transaddominale prostatica daranno utili indicazioni.
Data: 10/4/2003
Nome: Gj
Età: 29
Sesso: M
Città: Roma
Domanda:

Salve Dottore! E' la prima volta che le scrivo ma ho un problema che mi sta angosciando... Da tre mesi faccio l'amore con la mia ragazza (abbastanza spesso), ma non l'ho mai vista raggiungere l'orgasmo vaginale a causa della mia eiaculazione precoce. Raggiungo l'orgasmo subito dopo la penetrazione (bastano una o due spinte) e per evitarlo sono costretto ad uscire. Andiamo avanti cos fino a quando o non decido di mettere il preservativo e raggiungerlo (non lo metto prima per paura che mi si sfili durante tutte queste penetrazioni e uscite) oppure non mi passa lo stimolo dell'orgasmo e riesco a resistere per un p (si verifica comunque abbastanza raramente, diciamo una volta su dieci). Leggendo sul suo sito mi sono fatto l'idea che tutto ci sia dovuto o ad una prostatite (ma non ho lo stimolo di urinare sempre come succede a molti) o di una ipersensibilit durante la penetrazione (non ho problemi con la masturbazione o il rapporto orale). Secondo lei quale delle due pi probabile? Possono esserci altre cause (tenga presente che sulla corona noto alcune piccolissime bollicine bianche)?. Dall'idea che si fatto, un problema risolvibile senza operazioni? Grazie molte per l'eventuale risposta.
Risposta:

Presumibilmente ha una prostatite che le d anche ipersensibilit al glande che subisce uno stimolo molto pi intenso in penetrazione (orale e manuale sono meno intensi e pi facilmente gestibili). Sar bene eseguire gli esami che sono: ecografia transerettale prostatica ed ecografia scrototesticolare, entrambe con la valutazione doppler; coltura del secreto prostatico ad alta sensibilit; spermiogramma con definizione della concentrazione degli spermatozoi, della % di spermatozoi a mobilit rapida progressiva rettilinea e della % di spermatozoi integri; dosaggio sullo sperma di PSA totale, LDH, creatinina, acido urico, pH; dosaggio sul sangue di PSA totale e libero, IgG/A/M, fosfatasi acida prostatica. Poi la adeguata terapia ricostitutiva. Se vuole mi chiami al 335226344 per un appuntamento: in mezza giornata faremo quanto necessario.
Data: 10/4/2003
Nome: nuoto39
Età: 41
Sesso: M
Città: Reggio Emilia
Domanda:

In caso di prostatite accertata, quale cura lei consiglia in linea generale, dopo che gli antibiotici e gli antinfiammatori non hanno dato alcun risultato apprezzabile? Grazie
Risposta:

Io applico il protoccolo SAT associato ad alcuni fitoterapici opportunamente mixati, oltre ad alcuni antiradicali liberi. Terapia di tipo ricostitutivo.
Data: 10/4/2003
Nome: ile
Età: 22
Sesso: F
Città: Padova
Domanda:

Buongiorno,penso che il mio ragazzo abbia una prostatite.Dopo i rapporti sessuali ha bruciore al buchino che si gonfia e si arrossa,il glande e il prepuzio sono molto arrossati e doloranti e ultimamente dopo le partite di calcio ha un po' di indolenzimento ai testicoli.Tra pochi giorni si sottoporr ad una visita urologica anche su consiglio del medico di famiglia che dopo diversi tamponi uretrali non ha riscontrato nessun batterio per far pensare ad un' uretrire.La mia domanda questa:se la prostatite uno stato infiammatorio della prostata perch cosi difficile da curare?Gli antibiotici e gli antinffiammatori dovrebbero risolvere le situazione.Io qualche mese fa ho avuto una brutta bartolinite e dopo essere stata operata mi hanno dato antibiotici e antinfiammatori e non mi piu' tornata.Anche la prostata una ghiandola!Le faccio questa domanda perch le domande che le pongono mi hanno spaventato alquanto!Ci sono ragazzi che dicono che non si puo' guarire,che le hanno provate tutte..etc.Non per fare tutto facile ma ci sono malattie ben piu' gravi che sono guaribili non vedo perch la prostatite sia incurabile.Data la sua personale esperienza non che per caso solo una percentuale piccola di persone che fanno fatica a guarire?Oppure una piccola percentuale che invece guarisce?La ringrazio molto
Risposta:

Purtroppo l'incidenza degli uomini che si trascinano la prostattie consistente, ma la ragione la trascuratezza, il ritardo diagnostico, la terapia non idonea e quasi mai ricostitutiva: non bastano gli antibiotici che talvolta non servono e non servono a nulla gli antiinfiammatori. Lo schema terapeutico deve prevedere prodotti che stimolino la ricostitutzione della struttura, altrimenti non si risolve e pu dare danni molto importanti, soprattutto alla fertilit e alla funzione erettiva. Una buona diagnosi eseguita con gli esami qui spesso indicati ed una terapia adeguatamente ricostitutiva sono in grado di, insieme ai controlli intermedi, di dare soluzione alla prostattie mediamente in 12 mesi.
Data: 10/4/2003
Nome: luigi
Età: 23
Sesso: M
Città: Milano
Domanda:

vorrei conoscere in modo dettagliato delle cure alternative per guarire dall'ipb. grazie
Risposta:

Non questa la sede per la descrittiva dettagliata. Sperando che non l'abbiano diagnsoticata a lei a 23 anni (sarebbe, salvo sfiga assolutamente nera, un grosso abbaglio diagnostico), io le posso dire che applicabile la SAT associata a opportuna composizione di fitoterapici. Se vuole, visto che sta a Mialno, mi chiami al 335226344, fisseremo l'appuntamento e valuteremo la sua situazione per poi decidere come agire.
Data: 10/4/2003
Nome: paolo
Età: 41
Sesso: M
Città: Mantova
Domanda:

E'da met dicembre che ho dolori inguinali con un senso di peso, a volte bruciore nella minzione e qualche volta dolore nella eiaculazione. Sono stato da tre urologi diversi e dopo esami rettali vari, Psa (valore 0,18), urinoculture negative, eco addominale negativa, tampone uretrale positivo per stafilococco warneri, mi hanno diagnosticato una prostatovescicolite e curato con mesi di antibiotici (Bactrim ecc..) nonch massaggi prostatici. Faccio anche una cura omeopatica con Pulsatilla CH200, ma i rislutato sono scarsi. La vita sessuale normale nel senso che non riscontro diminuzioni ma il fastidio notevole. Che altro posso fare per risolvere questo problema che mi angoscia. Grazie
Risposta:

Purtroppo prima di tutto va rifatto il punto della situazione e poi andr impostata una adeguata terapia ricostitutiva che potrebbe richedere non meno di 12 mesi. Se vuole mi chiami al 335226344 per un appuntamento.
di 602 pagine.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101
102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202
203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303
304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404
405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505
506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599 600 601 602