top of page

Spermiogramma: cosa è... quando farlo


Lo spermiogramma consente di determinare quanti spermatozoi sono efficaci.
Lo spermatozoo è il centro della fertilità maschile

Lo spermiogramma è un esame semplice che fornisce molte informazioni sulla funzione dei testicoli e della via spermatica (didimo, epididimo, vescicole seminali e prostata)… e non solo.


L'esame richiede sempre 48-72 ore di astinenza dall'ultima ejaculazione e lo sperma viene raccolto presso il laboratorio/studio medico, tramite la masturbazione: le ore esatte di astinenza consentono di calcolare la produzione oraria, dato molto più attendibile dei valori assoluti (la concentrazione e la produzione totale).


L'esecuzione è importante per conoscere la quantità e la qualità (la motilità progressiva, rapida e lenta, con l’analisi delle velocità e il livello di integrità) degli spermatozoi prodotti.


In termini di qualità dello sperma e degli spermatozoi inoltre si può determinare il grado di ossidazione dello sperma, il grado di integrità del DNA e della cromatina spermatica, la capacità di legame all’ovocito che sono fondamentali per il successo della fecondazione.


Lo spermiogramma va eseguito periodicamente, ovvero almeno ogni 2-3 anni, così da avere un controllo costante della funzione dei testicoli indipendentemente dalla necessità di avere figli, a partire dai 15-16 anni.


E' bene sottolineare che un uomo sano ha sempre uno sperma sano ed efficace e quindi l’analisi è anche utile per valutare lo stato della sua salute complessiva.


Per l’analisi dello sperma è possibile rivolgersi allo studio del Prof. Dr. Carlo Rando, in viale Monza a Milano.





18 visualizzazioni
bottom of page