top of page
  • Immagine del redattoreDr. Carlo Rando

Prostatite - diagnosi e cura a Milano


La prostata e il suo stato vanno valutati sin dall'adolescenza così da mantenerla sana.
Prostata e prostatite: quando valutare e come curare

Abbiamo visto, nei tre blog specifici, gli aspetti delle condizioni normali e patologiche della prostata. Negli stessi abbiamo dato alcune indicazioni fondamentali relative ai metodi di diagnosi.

In questo blog facciamo una sintesi complessiva sul quando e sul come occuparsi della propria prostata en in particolare della prostatite.


Va eliminata l’idea che la prostata sia una questione che riguarda gli uomini adulti ed anziani, ovvero almeno maggiori di 45/50 anni.


Lo stato di salute della prostata deve essere preso in considerazione già dai 15 anni, ma anche prima se l’attività sessuale è più precoce e comunque quando lo sviluppo puberale ha messo a regime l’attività prostatica.


Infatti una volta che l’attività prostatica sia in corso, la prostata può andare incontro alla prostatite da infiammazione, da infezioni, da congestione e mai vanno trascurati i segnali o le condizioni anche generali che possono indurre la prostatite anche se si sia giovani o molto giovani.


E’ bene che sia gli adolescenti, sia gli uomini giovani o adulti, sia gli uomini anziani imparino a monitorare la propria funzione genitale e lo stato della propria prostata anche in assenza di sintomi significativi, soprattutto se le condizioni del fisico e del metabolismo o lo stile di vita non sono in buon equilibrio o se sussistono disfunzioni e patologie extragenitali importanti.

Tale azione di diagnosi serve alla prevenzione ed è decisamente importante anche per le evoluzioni patologiche della prostata.


L’andrologo è il medico a cui rivolgersi sia per le valutazioni preliminari e preventive, sia per le valutazioni relative alla prostatite, sia alle patologie degenerative (IPB e carcinoma).


La diagnosi per la prostatite seguirà le indicazioni citate nei tre blog specifici in relazione all’infiammazione, all’infezione, alla congestione, alla diagnosi, riguardando giovani, adulti e anziani, ma soprattutto la popolazione giovane ed adulta.


La diagnosi per le patologie degenerative (IPB e carcinoma) seguirà le valutazioni complete citate sempre con l’associazione del profilo completo del PSA e può richiedere valutazione diagnostiche successive tra cui la RMI multiparametrica e le biopsie.


La terapia per la prostatite da infiammazione, infezione, congestione deve mirare a correggere

  • in primo luogo le ragioni generali (squilibrio metabolico-ossidativo, nutrizionale, ormonale, immunitario, vascolare, stato fisico e stressogeno)

  • in secondo luogo le ragioni locali (stato del rapporto prepuzio/glande, varicocele, dilatazioni emorroidarie, disfunzione retto-anale, infezioni di vario tipo, disfunzione minzionale).

Quindi è necessario che l’andrologo imposti, in ragione di quanto evidenziato con gli esami

  • un adeguato percorso per il riequilibrio alimentare, per l’eventuale riduzione del peso da adipe (soprattutto addominale), per la buona attività fisica (attività motoria), per la normalizzazione dello stress, per il riequilibrio dell’asse ormonale e delle funzioni vascolari e immunitarie

  • il trattamento di risoluzione delle alterazioni del prepuzio, della minzione e dell’evacuazione, delle alterazioni vascolari locali (emorroidi e varicocele), delle infezioni prostatiche ed uretrali, dello stato di congestione infiammatoria.


L’andrologo ha ormai a disposizione diversi farmaci e integratori che ben impiegati per il tempo utile possono portare a soluzione stabile e/o definitiva della prostatite e ridurre così il rischio di continue riaccensioni o peggio di portare alla IPB e/o al carcinoma.


Ovvio che in caso di infiammazione o infezione o congestione acuta (dolore intenso, gonfiore consistente, febbre) l’andrologo dovrà impiegare i mezzi terapeutici idonei (antibiotici ed antinfiammatori ad adeguato dosaggio) ma per lo stretto tempo necessario a riportare sotto controllo la situazione per poi valutarla nei dettagli e procedere al percorso e al trattamento di riequilibrio.


Per svolgere la diagnosi e ia terapia della prostatite da infiammazione, infezione, congestione prostatica e pelvica a Milano contatta lo studio del Prof. Dr. Rando, in viale Monza a Milano.

12 visualizzazioni

Comments


bottom of page