top of page

Fimosi e Parafimosi - diagnosi a Milano


Un prepuzio stretto favorisce i ristagni e le infiammazioni. In una retrazione può bloccarsi gonfiandosi.
I diversi gradi della fimosi e della parafimosi

Quando il prepuzio non funziona: fimosi, parafimosi, scleroipertrofia prepuziale


In circa il 50% degli uomini il prepuzio copre il glande totalmente o anche ben oltre, in flaccidità.


Il glande è scopribile in erezione in modo variabile, spesso solo tramite retrazione manuale, dando luogo a ristagni e depositi di importanza variabile, favorendo l’ipertrofia reattiva delle ghiandole della mucosa coronale del glande e la proliferazione dei microrganismi, nonché l’ipersensibilità reattiva del glande


Questa condizione è detta sclero-ipertrofia prepuziale e può avere progressivi gradi incremento dello stato di sofferenza del glande.


Il grado minore consente retrazioni semplici e quasi spontanee per cui l’igiene è relativamente semplice, induce un moderato grado di ipersensibilità, lo sviluppo microbico è basso o nullo, sempre troviamo un discreto grado di ipertrofia delle ghiandole coronali, tuttavia tende a favorire l’irritazione anche del prepuzio che progressivamente perde elasticità e capacità di scorrimento.


Il grado maggiore dà luogo a retrazioni sempre manuali, il prepuzio è sempre eccedente oltre il glande chiudendolo al suo interno, la presenza microbica può divenire elevata e facilmente trasmissibile, le ghiandole coronali sono spesso marcatamente ipertrofiche e la superficie del glande arrossata per lo stato costante di irritazione, mantenere l’igiene è difficile e spesso permane il cattivo odore dei ristagni con vere e proprie “sbuffate “ maleodoranti alla retrazione.


Nel tempo l’anello prepuziale tende a stringersi, nonostante le forzature di retrazione e può arrivare a bloccarsi sotto al glande producendo gonfiore anche acuto del prepuzio stesso e strozzamento del glande: tale evento, è detto parafimosi e può arrivare al grado di parafimosi acuta edematosa, richiede la correzione d’urgenza… rapidamente il riposizionamento del prepuzio sopra al glande e successivamente la circoncisione radicale.


In circa 30% degli uomini il prepuzio copre il glande sempre, potendo essere anche fortemente sovrabbondante, non è possibile la retrazione e quindi è impossibile l’igiene locale con la conseguenza che i materiali di desquamazione, i microrganismi, le gocce di urina e sperma ristagnino dando luogo a stati infettivi, a volte anche molto gravi e con possibili evoluzioni altrettanto gravi: questa condizione è detta fimosi e spesso evolve nella forma serrata che impedisce o rende difficilissima la minzione e l’ejaculazione con tutto ciò che ne consegue.


Dobbiamo sottolineare che gli aspetti citati possono essere generati nel corso della vita da fattori infiammatori da infezioni o reazioni allergiche o infezioni varie, oppure dalle alterazioni indotte dalle malattie metaboliche quali il diabete.


Per la valutazione del prepuzio e l'eventuale intervento è possibile rivolgersi allo studio del Prof. Dr. Carlo Rando, in viale Monza a Milano.

191 visualizzazioni
bottom of page